informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Diego Bianchi a La 7? L’informazione è moderna

Commenti disabilitati su Diego Bianchi a La 7? L’informazione è moderna Studiare a Latina

La notizia del giorno per Google Trends è che Diego Bianchi va a La 7. E’ una bomba mediatica perché Zoro (così è conosciuto l’artista e giornalista romano) non fugge dalla Rai in solitaria ma portandosi via con sé tutta la banda del suo storico programma “Gazebo”. Rai Tre, coì, perde uno dei suoi successi televisivi e l’informazione in Italia dimostra di essere ormai matura e cioè in grado di sopportare e supportare grandi ed inevitabili scossoni tellurici. Se vi appassiona l’idea di lavorare in questo settore, se essere un giornalista televisivo ha per voi qualche attrattiva e se avete voglia di capire lo stato di salute dell’Italia su questo item su cui si scontrano in Europa e nel mondo le grandi potenze, questa è la mini-guida che fa per voi. L’idea è di partire dall’attualità di questa primizia del piccolo schermo per poi darvi informazioni e lumi su come diventare un professionista dell’informazione e come declinare il tutto nella famosa scatoletta magica. Avete voglia di saperne di più? Allora fate una buona (e paziente) lettura del nostro articolo.

Cosa c’è di vero nella notizia di Diego Bianchi, in arte Zoro, a La 7? Tutto. E’ una bomba confermata che fa della rete di Umberto Cairo la numero uno dell’infotainment e fa della Rai un’entità un po’ “sprovveduta”. Lasciar andare via il programma di punta, infatti, non è il massimo ma, rovescio della medaglia, almeno ora sappiamo che l’informazione nel nostro paese non solo è libera ma agisce anche in un libero mercato.

Il passaggio del carrozzone di “Gazebo” alla televisione privata è stato reso possibile grazie all’arrivo di Andrea Salerno, autore storico del programma, alla direzione dell’emittente. Le ragioni della fuga di Diego Bianchi non sono economiche.

Molto hanno fatto, innanzitutto, l’estrema simpatia di Enrico Mentana verso tutto il gruppo e il buco lasciato da Crozza. Molto altro hanno fatto i “rancori social” espressi dallo staff per la mancata solidarietà della Casa Madre in occasione della querela annunciata da Alfano contro il programma.

Resta il fatto che La 7 si prende un altro pezzo importante di questo tipo di intrattenimento culturale creando così sempre più  un monopolio non basto sulla violenza ma sulla qualità.

 

Le più importanti trasmissioni televisive di informazione

Se amate seguire l’attualità nel piccolo schermo o sognate di farne parte prima o poi come professionisti, male non vi farà avere un quadro chiaro delle più importanti trasmissioni televisive di informazione.

Il genere arriva dall’America e mischia l’approccio prettamente giornalistico del lavorare la notizia a titolo divulgativo con la scelta di alleggerire la fruizione dei contenuti con l’intrattenimento classico.

Ecco perché satira e nuovi linguaggi (e Gazebo con l’uso di Twitter in diretta ne è esempio) sono i capisaldi di questo genere in tv.

La top3 è la seguente:

  1. Piazza Pulita su La 7;
  2. Report su Rai Tre;
  3. Porta a Porta su Rai Uno.

Come diventare giornalisti

Se siete d’accordo col successo di Diego Bianchi, partite dall’idea che, per emularlo, dovete unire la preparazione al talento. Ecco perché vi faranno comodo informazioni su come entrare nell’Ordine dei Giornalisti.

Ogni regione ha il suo ordine preciso ma dovete sapere, innanzitutto, che c’è differenza tra “giornalista pubblicista” e “giornalista professionista” e che, in entrambi i casi, dovrete superare un esame di stato.

Unicusano Latina si impegna da sempre nel supportarvi nell’approccio giusto a questo tipo di prove attraverso corsi di preparazione ai concorsi. Spulciate sul sito l’offerta perché è empre aggiornata e attuale.

A metà di questa mini-guida che prende spunto dal passaggio di Diego Bianchi a La 7, ci sentiamo in dovere, visto che si tratta di informazione, di “informarvi” che alla fine dell’articolo ne saprete molto ma non saprete tutto. Molto altro lo potrete riacavare leggendo, day by day, gli articoli che mettiamo nel blog della città di Latina o leggendo le risposte che daremo a tutte le domande dirette e senza filtri che ci porrete attraverso l’apposito form informativo.

Come funziona il ricongiungimento

Una buona notizia se state già studiando e lavorando per diventare giornalisti in Italia è lo strumento del ricongiungimento.

Di base, riconosce, a chi vive di questo mestiere mettendo insieme tante collaborazioni, la sua dignità dandogli modo di essere riconosciuto praticante e, quindi, meritevole di sostenere l’esame di stato come giornalista professionista.

Prima dovrete produrre una serie di documenti per regolarizzare la vostra posizione e poi dovrete seguire due corsi, uno online e uno fisico, sull’etica del giornalismo nel nuovo millennio.

A fine percorso, se il vostro Ordine vi riterrà idonei, potrete passare all’esame vero e proprio.

I flop dei passaggi di rete tv

Senza augurare nulla di male a Diego Bianchi fresco acquisto de La 7, per completezza di informazione, vi diciamo che ci sono stati diversi flop di passaggi di rete tv.

I due storici rimangono quello di Mike Bongiorno da Mediaset alla Rai, perché ormai s’era abituato ad un modo di lavorare diverso rispetto alla tv nazionale, e, più recente, quello di Fabio Fazio dalla Rai a La 7. Fu coperto d’oro ma l’appeal di “Quelli che il calcio” (show tutt’ora in voga) non l’ha più trovato.

Valutate tutto con attenzione nella vostra professione. I soldi, soprattutto nell’informazione, non valgono quanto la stima dei piani alti e la libettà di azione autorale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali