informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 errori più frequenti sul metodo di studio universitario

Commenti disabilitati su I 5 errori più frequenti sul metodo di studio universitario Studiare a Latina

Vuoi sapere quali sono i peggiori errori nel metodo di studio universitario? Se in questo periodo passi intere ore sui libri senza ottenere risultati soddisfacenti, con ogni probabilità il tuo metodo universitario non funziona. In questa guida noi di Unicusano Latina ti sveleremo quali sono le mosse da evitare per fare in modo che il tuo studio porti agli esiti sperati.

Iniziamo subito col dire che non c’è un solo metodo di studio valido per tutti. Possono esistere diversi metodi di studio universitari efficaci. Cercando sul web troverai decine di racconti di esperienze personali sul metodo universitario e testimonianze di studenti ed ex studenti. Ma quello che ti suggeriamo è di creare o di ricercare il tuo metodo, quello più adatto alle tue caratteristiche ed esigenze.

Tuttavia, esistono alcune regole generali che ti consigliamo di seguire se vuoi evitare di incorrere negli errori più comuni compiuti dagli studenti universitari.

Vediamo quindi insieme quali sono gli errori che probabilmente anche tu stai commettendo e cosa puoi fare per evitarli.


LEGGI ANCHE – Le 7 abitudini sbagliate degli studenti universitari (e come cambiarle).

Metodo di studio universitario: gli errori da evitare

Se alle superiori avevi già un tuo metodo di studio, sicuramente all’Università ti troverai avvantaggiato. Tuttavia questo potrebbe non bastare. L’Università, infatti, cambia radicalmente il modo di studiare. Nei prossimi paragrafi analizzeremo gli errori nel metodo universitario più comuni.

Primo errore sul metodo di studio universitario da evitare: non porsi degli obiettivi

Sappiamo bene che lo stile di vita di uno studente universitario può essere alquanto sregolato. Trovare un buon metodo di studio ti consentirà di conciliare al meglio il tempo da dedicare alle lezioni e allo studio individuale con quello da dedicare alla tua vita privata. Se vuoi avere successo all’Università, devi elaborare una tua strategia. A cominciare dalla gestione del piano di studi. Cerca di scegliere e di distribuire gli esami con criterio, soprattutto quelli propedeutici. Preparare alcuni esami prima di altri potrebbe consentirti di superare più facilmente altri esami simili o collegati.

Fissa dei traguardi da raggiungere a breve e a lungo termine ed inseriscili in una checklist. Riportarli su un foglio da appendere in camera potrebbe essere un buon modo per tenerli sempre a mente e darti la giusta carica per iniziare la giornata e l’anno accademico.

Errori da evitare per un buon metodo di studio universitario: perdere le lezioni

Uno degli errori più frequenti nel metodo di studio universitario è quello di sottovalutare l’importanza delle lezioni. Non importa quale facoltà frequenti. Che tu sia alla ricerca di un metodo di studio universitario per Giurisprudenza o per Ingegneria, seguire attentamente le lezioni può aiutarti a comprendere la materia fino in fondo e a diminuire gli sforzi e il tempo che passi sui libri.

La prima cosa da fare è prendere appunti. A lezione ti renderai conto che non solo non è possibile scrivere tutto, ma è anche molto dispersivo. Impara ad afferrare i concetti principali e ad usare abbreviazioni, in modo da scrivere senza perdere il filo. Esistono diverse tecniche per prendere appunti, come le mappe mentali o il metodo Cornell.

Oltre a darti una mano nel fissare le informazioni più importanti, gli appunti sono fondamentali nella fase di ripasso. Ma, mi raccomando, non pensare di poter studiare solo da quelli!

Questo è anche un efficace metodo di studio per chi lavora e ha scelto una formazione universitaria online. Unicusano è un ateneo particolarmente attento alle esigenze di ogni tipologia di studente. Esso consente infatti ai suoi iscritti di seguire le video-lezioni in qualsiasi momento della giornata, grazie all’innovativa piattaforma di e-Learning.

Infine, che si tratti di lezioni in presenza o a distanza, ti consigliamo di provare ad instaurare sempre un rapporto col docente e di sottoporgli eventuali dubbi. Nessuno meglio di lui può aiutarti a comprendere la materia che stai preparando.

Metodo universitario ed errori da non fare: imparare a memoria

All’Università non è soltanto la quantità, ma anche la qualità dello studio ad essere profondamente diversa da quella scolastica. A differenza che al liceo, infatti, all’Università i professori ti chiederanno di interpretare in modo personale i concetti, di imparare a fare analisi critiche e collegamenti tra le varie discipline. Pertanto lo studio mnemonico a cui eri abituato al liceo può non bastare a farti avere un voto alto. Occorre elaborare un nuovo metodo di studio.

Il nostro consiglio è quello di abituarti a leggere e a ripetere ad alta voce. Se leggendo con gli occhi attiverai la memoria fotografica, la lettura ad alta voce è sicuramente vantaggiosa per memorizzare e fissare i passaggi fondamentali. A questo scopo è inoltre molto utile fare dei riassunti. Dopo aver letto un capitolo individua i punti essenziali e scrivili su un foglio. Per ogni punto elabora una breve sintesi con parole tue. Per fissare i concetti chiave potrebbe esserti molto utile, ancora una volta, l’uso di mappe concettuali e di schemi a cascata.

LEGGI ANCHE – Schemi a cascata per studiare: cosa sono e perché farli.

Iniziare a studiare a ridosso di un esame: un altro errore da evitare

metodo di studio

DepositPhoto.com/stokkete

L’errore più grave che la maggior parte degli studenti universitari compie è quello di non saper gestire la sua nuova libertà. Diversamente dalla scuola, l’Università non prevede:

  • Controllo da parte dei professori;
  • Frequenza obbligatoria;
  • Compiti a casa;
  • Interrogazioni a sorpresa;
  • Scrutini.

Pertanto devi essere tu stesso ad autodisciplinarti. Se a scuola riuscivi a cavartela anche studiando gli ultimi giorni prima del compito o dell’interrogazione, all’Università le cose sono molte diverse.

Solo lo studio costante e quotidiano può garantirti di non arrivare impreparato all’esame. Perciò, inizia a studiare dal primo giorno di lezioni.

Cerca di darti delle regole. E, soprattutto, cerca di non rimandare. Stabilisci un minimo e un massimo da portare a termine entro ogni giornata. Bastano una o due ore di studio al giorno per non rimanere indietro.

Cedere alla distrazione

Un altro degli errori nel metodo di studio universitario più comune è quello di studiare lasciando aperti i social network o tenendo accanto a sé lo smartphone. Scelta che comporta come inevitabile conseguenza quella di non riuscire a mantenere la concentrazione. Quante volte ti sei ritrovato a controllare il cellulare tra la lettura di un paragrafo e l’altro o a saltare sulla sedia all’arrivo di una notifica?

Il nostro consiglio è quello di eliminare o quantomeno di ridurre al minimo le distrazioni. Pertanto durante le ore di studio tieni lontano da te il telefono, il tablet o qualsiasi altra cosa che in quel momento non sia funzionale alla didattica. Fissa degli obiettivi e delle ricompense. E cerca di fare delle pause tra un capitolo e l’altro oppure ogni ora. Potresti, per esempio, concederti un po’ di tv o di social dopo aver portato a termine una determinata parte del programma.

Fondamentale per trovare la giusta concentrazione è inoltre il luogo in cui si studia. Sebbene non esista un posto giusto per tutti, esistono delle situazioni che favoriscono uno studio efficace. Come per esempio la biblioteca o l’aula studio.

Se il clima domestico è favorevole, puoi studiare a casa. Ma, come abbiamo appena detto, devi essere molto attento a non lasciarti distrarre da cose o persone!

Metodo di studio universitario ed errori da evitare: conclusioni

Ricapitolando, un metodo di studio efficace è basato su queste semplici regole:

  • Segna su un’agenda giorni e orari delle lezioni e degli esami e tienila sempre sotto controllo;
  • Fissa degli obiettivi;
  • Inizia a studiare durante il periodo delle lezioni, evitando di accumulare e di ridurti agli ultimi giorni prima dell’esame;
  • Prendi sempre appunti;
  • Poni domande ai docenti in caso di dubbi;
  • Usa le mappe concettuali;
  • Riassumi a parole tue i concetti chiave;
  • Ripeti ad alta voce;
  • Evita le distrazioni.

Ora che ti abbiamo svelato quali sono gli errori nel metodo di studio universitario da evitare a tutti i costi, sei pronto per affrontare l’Università con una marcia in più. Che aspetti?

Credits immagine: DepositPhoto.com/Wavebreakmedia

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali