informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere una delega: gli aspetti da considerare

Commenti disabilitati su Come scrivere una delega: gli aspetti da considerare Studiare a Latina

Sei alla ricerca di una guida su come scrivere una delega? Allora l’hai trovata.

In questo articolo, infatti, affronteremo proprio questo argomento. Cercando di metterti a disposizione un modello delega versatile che si adatta ad una moltitudine di contesti. O quantomeno di dotarti degli strumenti adatti per realizzare una delega generica o più specifica.

Perché se ci si trova impossibilitati a compiere una determinata attività, delegare diventa di fondamentale importanza. Anche per ottimizzare tempi e risultati: dal ritiro di un pacco all’ufficio postale alla firma di un documento e molto altro. E come saprai, in contesti ufficiali o istituzionali, la delega deve essere scritta secondo forme e standard chiari e accettabili.

Come si fa? Se vuoi saperne di più non preoccuparti, continua a leggere perché te lo spieghiamo noi.

LEGGI ANCHE – Come scrivere un progetto di ricerca: trucchi e consigli utili.

A cosa serve una delega e come scriverla

Nei paragrafi che seguono, dunque, vedremo come si scrive una delega in modo corretto, inserendo tutti i campi necessari. Pronto a scoprire tutto quello che devi sapere per predisporre o semplicemente compilare un documento di questo tipo, nel caso in cui tu ne abbia necessità, magari per esigenze professionali o di studio? Allora buona lettura.

LEGGI ANCHE – Relazione tecnica illustrativa: che cos’è e come si scrive.

Cos’è una delega e a cosa serve

Per comprendere come scrivere una delega in modo corretto, occorre innanzitutto avere ben chiaro di cosa stiamo parlando.

Per sgombrare il campo da ogni equivoco, dunque, cerchiamo subito di definire cosa si intende concretamente con questo termine. E per farlo, prendiamo come punto di riferimento la definizione fornita dall’autorevole Vocabolario Treccani. Il quale, differenzia il significato in base a tre ambiti di applicazione. Ovvero:

  1. Generale
  2. Politico
  3. Amministrativo

Andiamo a ritroso e partiamo dagli ultimi due:

«Nel linguaggio politico e amministrativo, il trasferimento da un organo superiore ad altro organo subordinato di determinate funzioni (funzioni delegate); figura particolare di delega è quella fatta dal parlamento al governo (con legge delega) per l’emanazione di decreti legislativi, che prendono il nome di legge delegata».

Tramite la stessa fonte, possiamo anche individuare qualche esempio di delega:

«Termine usato nella pratica, in luogo di mandato e di procura, per indicare il conferimento di una rappresentanza e l’atto stesso (o, più concretamente, lo scritto) con cui vengono conferiti l’incarico e la capacità di agire in vece propria: dare delega, fare la delega ad altra persona, o ad altro organo; delega scritta, verbale, notarile; per riscuotere lo stipendio del coniuge, occorre la delega firmata dall’interessato; il capo divisione ha la delega di firmare le circolari dettate dal direttore generale».

Con senso più astratto e generale, invece, si intende:

«Istituto di rappresentanza politica mediante il quale i rappresentati conferiscono un mandato, cioè una serie di istruzioni, a un rappresentante che, in teoria, si dovrebbe scrupolosamente attenere ad esse (all’istituto della delega, e con riferimento a sue vere o presunte degenerazioni, è stato contrapposto quello dell’assemblea e della democrazia diretta)»

Tutto chiaro fin qui? Molto bene, allora procediamo spediti.

Come si scrive una delega: esempio

Per riuscire a comprendere correttamente come scrivere una delega, è importante osservare e capire tutte le parti di cui è composto questo documento e inserire tutte le informazioni richieste. Onde evitare che questo non risulti poi valido.

Generalmente un fac simile delega è costituito da due parte, che contengono rispettivamente:

  1. modello delegaI dati anagrafici relativi al delegante (colui che delega un terzo ad eseguire una data operazione) e quelli relativi al delegato (la persona che riceve l’incarico di eseguire una data operazione). Quindi nome e cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale. Documentazione accompagnata anche dalla  fotocopia della carta di identità del delegante. Mentre il delegato dovrà esibire un suo documento originale sul posto in cui effettuerà l’operazione;
  2. L’oggetto della delega, indicato con la massima chiarezza e non generica per non rischiare si non essere validata. Un semplice e vago “Autorizzo il soggetto X a svolgere tutte le pratiche in mia vece” potrebbe non essere considerata abbastanza esaustiva.

In alcuni casi, se non ci sono modelli standard e prestampati, può bastare una delega generica Word o comunque liberamente al PC, ma anche scritta a mano. Come scrivere una delega per ritiro documenti.

In ogni caso, però, la firma del delegante deve sempre essere apposta manualmente. Altre volte è necessario informarsi su come fare una delega autenticata.

Delega editabile: facciamo qualche esempio

Concludiamo la nostra guida su come scrivere una delega, mettendoti a disposizioni alcuni modelli editabili generici. Dai quali puoi prendere spunto e modificarli in base alle tue esigenze specifiche. Ecco, di seguito, il primo.

Il/la sottoscritt… ………………………………………………….., nat… il ………………. a………………………….prov. ….. e residente a ……………………………………… prov. …… via/piazza …………………………………………………… n. …………. CAP……………. codice fiscale n……………………………… documento d’identità …………………………………… n. …………………………….. rilasciato da…………………………………………….il …………………………, in qualità di……………………………………………………………………

DELEGA

il sig. …………………………………………………….., nat…. il ………. a ……………………….. prov. …… e residente a ……………………………… prov. ………………. via/piazza…………………………………………. n. ……. codice fiscale n. ……………………………………………, documento d’identità …………………………………… n. ……………………………… rilasciato da ……………………………… il …………, al ritiro dei seguenti documenti ……………………………………………………………………………………………………………..

e a richiedere per mio conto ………………………………………………………………………

Data ……………………….

Il delegante (*) ……………………………

(firma per esteso e leggibile)

(*) Allegare la fotocopia del documento d’identità del delegante.

Modulo da presentare sempre, unitamente ad una copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, nel caso ci si presenti da parte di terzi per il ritiro di atti o ricevere informazioni relative ai procedimenti istruttori in corso.

Non solo delega ritiro documenti

Alla luce di quanto detto finora, si capisce che i contesti e i motivi per delega possono essere tanti e diversi. Ed altrettanto importante è sapere come scrivere una delega non solo per ritiro referti o per ritiro documenti di qualsiasi altro genere. Ma anche come scrivere una delega per la scuola piuttosto che per prendere in carico un lavoro o rappresentare te o chi per te in un determinato contesto. Giusto per fare qualche esempio.

Ecco dunque come scrivere una delega ancora più generica rispetto a quella che ti abbiamo mostrato nel paragrafo precedente e che non indichi solo la richiesta del ritiro di alcuni documenti.

Il/La sottoscritto/a ___________________________ nato/a ___________________ il___________
residente in via ____________________________ CAP __________ Città ___________________
Codice Fiscale ___________________________________________________________________
Documento di identità n. __________________ rilasciato da ______________________________ il __________________

DELEGA

il/la sig./sig.ra ______________________________nato/a ___________________ il ___________
residente in via ____________________________ CAP  __________ Città ___________________
Codice Fiscale ___________________________________________________________________
Documento di identità n. __________________ rilasciato da ______________________________ il __________________

a (indicare il tipo di operazione per cui si effettua la delega)
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________

Luogo e Data
Firma Delegante

Allegare fotocopia del documento di identità del delegante
IL DELEGATO SI PRESENTI CON DOCUMENTO D’IDENTITA’ IN CORSO DI VALIDITA’

E con questo, almeno per il momento, è tutto. La nostra guida su come scrivere una delega ora è davvero completa ed esaustiva in tutte le sue parti. Abbiamo visto cos’è una delega, a cosa serve, le varie tipologie e qualche esempio pratico.

Adesso hai tutte le informazioni che ti servono per poter delegare alcune mansioni e ottimizzare tempo, lavoro e risultati.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali