informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri sul razzismo: ecco quelli da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su Libri sul razzismo: ecco quelli da leggere assolutamente Studiare a Latina

Ami le letture dedicate ai temi sociali e stai cercando i più interessanti libri sul razzismo da leggere? Oppure vuoi semplicemente approfondire la questione per realizzare una tesi sperimentale in Giurisprudenza sui diritti degli immigrati e delle minoranze etniche? O, ancora, per lavorare nel sociale in maniera più consapevole? Allora sei nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, tratteremo proprio questo argomento, suggerendoti alcuni tra i migliori testi per approfondire questa delicata tematica, da sempre molto dibattuta nel nostro Paese e non solo: dal rapporto sul razzismo in Italia, fino al razzismo in America o in altre parti del mondo.

D’altronde il mondo della cultura ha riservato ampio spazio a queste situazioni. Non mancano poesie sul razzismo, film e appunto libri sulla discriminazione razziale. Vuoi saperne di più? Allora non perderti i prossimi paragrafi di questa vera e propria guida sull’argomento.

Letteratura sul razzismo

Nei paragrafi che seguono, andremo dunque a recensire alcuni dei più bei libri sul razzismo in America, in Europa e nel resto del mondo. Tanti sono gli autori di best seller che hanno scritto di questo argomento. Alcuni dei quali hanno ispirato anche importanti opere teatrali e film sul razzismo.

12 anni schiavo

Un grande cult dei libri sul razzismo. Scritto da Solomon Northup, è una storia autobiografica basata sui suoi anni di schiavitù negli Stati Uniti, dopo essere stato rapito a Washington nel 1841.

Il libro è uscito nella sua prima edizione nel 1853, anche se Northup sarà a tutti gli effetti un uomo pienamente libero solo nel 1865, con la definitiva abolizione della schiavitù dei neri d’Africa, attraversando l’era Lincoln (che dal 1960, con la sua ascesa al potere, si schierò proprio contro la schiavitù) e la Guerra di Secessione tra Nord e Sud.

Nel 2013 “12 anni schiavo” vide realizzato anche il suo adattamento cinematografico ad opera di Steve McQueen, noto regista, sceneggiatore e scultore inglese di fama internazionale.

Il buio oltre la siepe

Romanzo sul razzismo del 1960, opera della scrittrice americana Harper Lee. Vincitore del Premio Pulitzer per la letteratura l’anno successivo, il 1961.

La storia è il larga parte basata sull’ingiusta accusa di stupro  rivolta ad un gruppo di adolescenti afroamericani, gli Scottsboro Boys.

Il titolo originale di questo importante libro sul razzismo è To Kill a Mockingbird, che tradotto letteralmente in italiano significa “Uccidere un usignolo”.

Radici

Altro libro sul razzismo verso gli afroamericani. Radici, titolo originale Roots: The Saga of an American Family, è un romanzo del 1976 scritto da Alex Haley.

Lo scrittore ripercorre la storia di un ramo della sua famiglia, risalendo a Kunta Kinte, giovane gambiano della tribù dei Mandinka, deportato in America come schiavo.

Un’opera talmente importante che ha ispirato ben tre serie televisive negli anni successivi all’uscita del libro:

  1. Radici (1977);
  2. Le nuove generazioni (1979);
  3. Radici (2016).

ABC dei popoli

Apriamo un’importante parentesi sui libri sul razzismo per bambini di Liuna Vinardi, con questo testo consigliato insieme ad altri anche da Save The Children e selezionato tra i White Ridens, una selezione di letteratura internazionale per bambini e giovani.

Un libro per mostrare ai più piccoli come, oltre le apparenze, gli esseri umani facciano tutti parte della stessa famiglia, attraverso il racconto di ventisei popoli con usi, costumi, tradizioni e curiosità.

A braccia aperte: storie di bambini migranti

Ecco un altro libro sul razzismo per ragazzi e giovanissimi. Una raccolta di dodici storie di bambini di tutto il mondo che migrano per costruirsi un futuro migliore.

Nel mare ci sono i coccodrilli

Concludiamo la nostra “bibliografia sul razzismo” con questo libro dello scrittore italiano Fabio Geda.

Racconta l’odissea vissuta dal piccolo Enaiatollah Akbari. Un ragazzo adolescente che partito dall’Afghanistan trova rifugio in Italia. Vicissitudini che hanno solo scalfito, ma non cancellato la sua ironia e il suo sorriso. Perché la cosa più importante è aver trovato un luogo dove essere accolto, vivere la sua giovane età e crescere.

La particolarità di questo romanzo, rispetto ad altri libri sul razzismo, sta nell’essere basato sulle interviste fatte dall’autore direttamente allo stesso Enaiatollah. Quest’ultimo racconto quindi a Geda e attraverso il suo scritto, la sua reale esperienza di vita.

E on questo siamo giunti alla conclusione di questa guida Unicusano sui libri sul razzismo. A questo punto a te non ti rimane che scegliere quale leggere per primo. Mentre a noi di augurarti buona lettura.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali